Banche: Ruocco, nuova audizione presidente di Consob


Carla Ruocco, presidente della Commissione d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario, annuncia una nuova audizione del presidente di Consob, Paolo Savona.

“Ho letto con interesse le sintesi di stampa riguardo all’audizione del presidente della Consob, Savona, tenutasi ieri in Commissione bicamerale d’inchiesta. Gli organi d’informazione hanno dato risalto ad alcune affermazioni rilasciate nel corso dei lavori, ma è d’obbligo sottolineare, per dovere di completezza, l’accento posto da alcuni Commissari sulla tardiva adozione di adeguate misure d’intervento sul mercato borsistico da parte di Consob. Con dati alla mano, è stato rimarcato come l’intempestività nel sospendere le attività di short selling, a fronte di un andamento del mercato già marcatamente cedente, abbia comportato nei soli ultimi cinque giorni una riduzione del valore complessivo della capitalizzazione di Borsa di oltre 280 mld”.

Nella replica “Savona ha addotto come giustificazione del ritardo una lunga interlocuzione intrapresa con l’Esma, benché il provvedimento sia di competenza delle autorità nazionali. Durante l’audizione è stato altresì chiesto di chiarire la partecipazione di Savona al fondo speculativo londinese Euklid, fondato da suoi ex-allievi e per il quale egli è stato presidente, posto che il fondo, dedicato a investimenti con l’uso degli strumenti di tipo Fin-tech, risulterebbe aver svolto una significativa e proficua attività di short selling sul nostro mercato, proprio in quel periodo”.

“Su questi fatti la nostra Commissione deve acquisire da Savona idonea documentazione, per appurare se, a fronte di una vicenda devastante per la nostra economia, la Consob sia sprovvista di mezzi diversi da quelli vaghi e parziali lamentati dal presidente: in tal caso – prima ancora di preoccuparci di raccogliere il pur suggestivo invito del prof. Savona ad occuparci della regolamentazione di vigilanza del nuovo mondo del Fin-tech – ci dovremmo forse preoccupare di rifondare l’assetto della Vigilanza attuale. E’ compito della Commissione verificare se effettivamente questa fosse o meno l’unica via, nei tempi e modalità, percorribile da Consob per arginare i gravi danni subiti dal nostro mercato. Annuncio, pertanto, la volontà della Commissione che presiedo di ascoltare nuovamente Savona per gli approfondimenti del caso”, ha concluso.

pev

Lascia un commento