BORSA: Europa in calo, WS apre debole


L’azionario europeo prosegue la seduta in flessione (Ftse Mib -0,58%, Cac 40 -1,23%, Dax -0,99%, Ftse 100 -0,64%), dopo l’apertura sotto la parità di Wall Street, dove il Dow Jones cede lo 0,55%.

A pesare sul sentiment del mercato da un lato la decisione della Banca Centrale inglese, dall’altro i dati macro statunitensi sotto le attese, mentre sullo sfondo restano i timori circa l’aumento dei contagi da coronavirus e la conseguente possibile reintroduzione delle misure di contenimento.

Le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti, infatti, sono diminuite di 58.000 unitá a quota 1.508.000, rispetto al totale di sette giorni fa, rivisto al rialzo di 24.000 unitá. Si tratta di un numero di richieste superiore a quello stimato dal consenso, che si attendeva un dato a quota 1,3 mln unitá.

A piazza Affari, in forte calo Juventus (-4,94%), Amplifon (-3,07%) e Recordati (-2,23%).

Tra le banche, in rosso Bper (-3,37%) su cui Kepler Cheuvreux ha ridotto la raccomandazione da buy a hold. Seguono Unicredit (-1,42%), Intesa Sanpaolo (-1,07%), Banco Bpm (-0,98%) e Ubi B. (-0,35%).

Il comparto finanziario paga la notizia che Wirecard (-70% a Francoforte) ha rinviato per la quarta volta la pubblicazione del proprio bilancio consolidato per il 2019 a seguito di alcune indicazioni che confermano la presenza di irregolaritá contabili.

Tra le mid cap, focus su Astaldi (+9,22%): nonostante i conti sotto le attese degli analisti, il mercato si focalizza sulla prossima integrazione in WeBuild (+1,94% a 1,47 euro) e sul piano industriale combinato.

Sull’Aim, in luce Expert S. (+5,93% a 3,03 euro). La società e UTWIN,

broker francese specializzato nelle assicurazioni sui prestiti, hanno

annunciato una partnership volta a migliorare le attivitá di underwriting

di UTWIN sfruttando le avanzate potenzialitá della piattaforma di

intelligenza artificiale di Expert System.

cm