BORSA: Ftse Mib +0,82% dopo apertura WS, Ferragamo in vetta

Il Ftse Mib (+0,82% a 23.824 punti) continua a scambiare in territorio positivo dopo l’apertura delle Borse americane (Dow Jones -0,06%, S&P 500 +0,2%).

In un contesto di mercato in cui il sentiment resta positivo, JPMorgan si concentra sull’appuntamento con la Bce della prossima settimana. Gli analisti da un lato si aspettano che il QE termini alla fine del 2018 (con un aumento dei tassi a marzo 2019), dall’altro pensano comunque che il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, enfatizzerà il fatto “che non è stata ancora presa nessuna decisione” per evitare speculazioni.

A piazza Affari S.Ferragamo (+4,01% a 22,8 euro) rimbalza dopo i recenti cali. Tra i titoli del lusso in progresso anche YNap (+2,23%) e Luxottica (+1,7%) su cui Equita Sim (buy, Tp 53 euro) ha alzato le stime di Eps adjusted del 2% per il 2017 e dell’1% per il 2018.

Poste I. (+2,51% a 6,745 euro) sale in attesa della presentazione del nuovo piano industriale in agenda per il 27 febbraio.

Su Fca (+1,51% a 19,45 euro) Exane Bnp Paribas ha incrementato la raccomandazione sul titolo da underperform a neutral, con prezzo obiettivo che passa da 12,4 a 19,8 euro.

Tra i bancari Bper +1,41%, Mediobanca +0,71%, Ubi B. +0,45%, Unicredit +0,4%, Banco Bpm +0,28% e Intesa Sanpaolo +0,06%.

Sul resto del listino si segnala Geox (-5,82% a 2,688 euro) dopo che ieri a mercati chiusi il gruppo ha pubblicato le vendite preliminari 2017 che sono state lievemente inferiori alle stime del consenso. Inoltre,

a sorpresa, l’a.d. Gregorio Borgo si è dimesso.

sda

susanna.scotto@mfdowjones.it

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl