Borsa Milano chiude in calo con banche


Piazza Affari archivia la seduta in negativo così come il resto delle Borse europee.

A tenere banco sul listino i timori sull’estensione del virus cinese e, dall’altro, il passo indietro di Luigi Di Maio da capo politico del M5S.

Maglia rosa Azimut (+2,54%) mentre frenano le banche con Unicredit che lascia sul terreno il 3,26%, Bper e Banco Bpm il 2,81%, Ubi il 2,39% con lo spread tra btp e bund che si porta a 160 punti base dopo una fiammata in avvio a 170.

Tra gli altri sotto pressione Saipem (-3,98%) che paga il taglio ad ‘underperform’ da parte di Bofa.

Senza grandi strappi Fca (-0,89%) mentre da Bruxelles l’a.d Micheal Manley spiega che che sulla fusione con Psa non ci sono ritardi “è solo che ci vuole tempo”.

Di buon passo Moncler (+2,6%), Amplifon (+2,2%) e Atlantia (+2,15%).

Fuori dal paniere principale corre Triboo (+3,5%), dopo l’annuncio del piano industriale al 2022