Borse deboli, pesano le paure di rallentamento della crescita

MILANO – Borse deboli dopo le ultime previsioni al ribasso sulla crescita economica, arrivate dal forum di Davos a firma del Fondo monetario internazionale, che ha posto l’asticella dell’andamento economico ai minimi da tre anni.

I listini asiatici hanno chiuso in ribasso, orfani del riferimento di Wall Street che ieri è rimasta chiusa: la Borsa di Tokyo ha perso lo 0,47% con l’indice principale Nikkei. Anche Shanghai ha trattato in netto calo, lasciando sul terreno l’1,18%. I future sulle Piazze europee sono in ribasso. Lo yen ha guadagnato terreno e i Treasury americani hanno registrato un rialzo dei prezzi – quindi di contro sono scesi i rendimenti – a testiomoniare come queste giornate siano vissute dagli investitori all’insegna del basso appetito per il rischio, dopo il rally di inizio anno.

L’euro
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer