Pillole

Borse europee in rosso, Campari al top dopo i conti. In Usa prezzi case da record

Spread a 106 punti, tasso giù allo 0,63%

Andamento in rialzo per lo spread tra BTp e Bund. Il differenziale di rendimento tra il decennale benchmark italiano e il pari durata tedesco si muove intorno ai 106 punti base, in aumento dai 105 punti registrati alla chiusura precedente. Scende invece il rendimento del BTp decennale. Intanto, sul primario, en plein del Tesoro nell’asta dei BTp short term, con 3,75 miliardi di titoli assegnati a un tasso che risale di 7 punti base rispetto al collocamento di giugno a -0,29%. La richiesta è stata di 5,12 miliardi con rapporto di copertura di 1,37. I titoli, con scadenza 30.1.24 hanno registrato un prezzo di aggiudicazione di 100,74.

Andamento dello spread Btp / Bund

Loading…

Euro sotto 1,18 dollari, risale il petrolio

Sul valutario, euro/dollaro sotto quota 1,18. Sul valutario, il dollaro è in fase di assestamento dopo i recenti rialzi e in attesa della Fed. L’euro/dollaro torna sotto quota 1,18 a 1,1792 (da 1,1809 ieri in chiusura). La moneta unica è scambiata anche a 129,89 yen (130,24), mentre il dollaro/yen tratta a 110,15 (110,28).

Prosegue il rialzo del prezzo del petrolio, con gli investitori che puntano sull’aumento del numero dei vaccinati e sulle scorte in calo. Un segnale positivo è arrivato anche dalla Gran Bretagna, con il numero dei nuovi positivi che ha registrato un calo, il primo da inizio luglio. Il Brent sale dello 0,2% a 74,66 dollari mentre il Wti è poco mosso a 71,96 (+0,09%).

In Usa prezzi case +17% in un anno, è record

A maggio, i prezzi delle case negli Stati Uniti hanno continuato a crescere e lo hanno fatto a un passo mai registrato in oltre 30 anni di attività dell’indice Standard & Poor’s/Case-Shiller, vista la forte domanda e la limitata offerta sul mercato. Secondo l’indice, il dato relativo alle venti maggiori città è salito del 17% rispetto a un anno prima, dopo il +14,6% del mese precedente (le attese degli analisti erano per un +16,4%).

La componente sull’intera nazione è salita del 16,6% su base annuale, dopo il +14,6% di aprile, dato più alto mai registrato. Rispetto al mese precedente, il dato è salito del 2,1% per le venti città e per l’intera nazione e dell’1,9% per le dieci città.