Cala la cassa integrazione. Contratti stabili: +231mila in undici mesi

MILANO – Cala la cassa integrazione nel 2018, anche per effetto delle nuove norme sull’uso degli ammortizzatori sociali, ma crescono le domande di disoccupazione. Resta positivo il trend dei contratti stabili.

E’ la sintesi dei dati pubblicati dall’Inps, che ha aggiornato i suoi Osservatori sulla cassa e sui contratti di lavoro.

Con l’ultimo aggiornamento, l’Istituto chiude le rilevazioni sul 2018 per quanto riguarda la cassa integrazione: l’anno scorso le aziende hanno chiesto 217,7 milioni di ore di cig, con un calo del 38% rispetto al 2017. D’altra parte, a seguito del Jobs act e dei suoi decreti attuativi sono cambiate le regole sulla durata massima dell’ammortizzatore. Tra le altre cose, la durata massima per la cassa ordinaria e straordinaria è stata limitata a due anni nel quinquennio mobile (30 mesi per l’edilizia). Questa…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer