Canada: B.Centrale taglia tassi di 50 pb all’1,25%


La Bank of Canada ha tagliato il tasso di interesse di riferimento di mezzo punto percentuale, all’1,25%, in risposta alle crescenti preoccupazioni sugli effetti economici dell’epidemia di coronavirus.

La banca centrale ha spiegato in una nota che l’epidemia rappresenta uno shock negativo materiale per le prospettive economiche canadesi e globali. Il suo annuncio è arrivato un giorno dopo che la Federal Reserve ha tagliato i tassi di mezzo punto percentuale in una riunione di emergenza martedì.

“Le prospettive sono chiaramente più deboli rispetto a gennaio”, ha dichiarato la Bank of Canada. “Con l’evolversi della situazione, il Consiglio direttivo è pronto ad adattare ulteriormente la politica monetaria se necessario per sostenere la crescita economica e mantenere l’inflazione sull’obiettivo”.

La banca centrale ha affermato che l’economia globale ha mostrato segni di stabilizzazione prima dell’inizio dell’epidemia di coronavirus. Tuttavia, ha affermato anche che la diffusione del virus ha portato a un forte calo delle attività commerciali in alcune regioni, nonché interruzioni della catena di approvvigionamento, abbassando i prezzi delle materie prime e causando un deprezzamento del dollaro canadese.

“È probabile che, man mano che il virus si diffonde, la fiducia delle imprese e dei consumatori peggiorerà, deprimendo ulteriormente l’attività”, ha affermato la Bank of Canada.

lus

Lascia un commento