Cina, Pmi manifattura marzo sale a 50,8 da 49,9 di febbraio

Il settore manifatturiero cinese è ritornato inaspettatamente a crescere a marzo per la prima volta in quattro mesi, mostrando che le misure di stimolo messe in campo dal governo starebbero lentamente sortendo i loro effetti.

La crescita dei nuovi ordini a livello interno e di esportazioni è stata però marginale, suggerendo che l’economia rimarrà sotto pressione nei prossimi mesi e avrà probabilmente bisogno di ulteriori politiche di supporto prima che si stabilizzi in modo convincente.

Il Caixin/Markit Purchasing Managers’ Index (PMI) ha registrato in marzo l’espansione più consistente da otto mesi, attestandosi a 50,8 dal 49,9 di febbraio, sopra la soglia del 50 che divide la crescita dalla contrazione su base mensile e ai livelli più alti da luglio 2018.

Gli economisti interpellati da Reuters avevano previsto che la lettura di marzo sarebbe rimasta invariata a 49,9.

La sorprendente…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer