Class action, con il via libera del Senato diventa legge

Con un’assai ampia maggioranza l’Aula del Senato dà disco verde alla riforma dell’istituto della class action. A parte Forza Italia che si è astenuta, con l’eccezione del senatore Gaetano Quagliariello contrario in dissenso dal gruppo, tutti gli altri si sono pronunciati a favore. Alla fine i sì sono stati 206, 44 le astensioni e un solo contrario.

Il disegno di legge, sette articoli in tutto, modifica l’attuale disciplina “spostandola” dal Codice del consumo al Codice di procedura civile dalla portata più ampia.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer