Confindustria vede calo Pil Italia in primi 6 mesi per coronavirus


Mercato azionario

ROMA (Reuters) – Il Pil italiano è atteso in calo già nel primo trimestre del 2020, dice il centro studi di Confindustria, secondo cui le probabilità di una contrazione sarebbero ancor più elevate nei successivi tre mesi, a causa dell’epidemia di coronavirus.

“In un’economia già debole prima dell’emergenza sanitaria, il Pil è atteso in calo già nel primo trimestre e vi sono elevate probabilità di una caduta più forte nel secondo”, dice l’associazione degli industriali.

La produzione industriale, vista in calo dello 0,5% a febbraio, avrebbe per ora risentito in modo marginale delle misure messe in campo per bloccare il contagio del virus.

Effetti più marcati sono previsti a marzo e nel secondo trimestre dell’anno, specialmente sull’industria, per il calo della domanda nel terziario, “il comparto oggi più colpito”.

La crescita italiana è stata di appena 0,3% nell’ultimo trimestre del 2019 su base congiunturale, prima che scoppiasse l’epidemia che in Italia ha già fatto oltre 50 vittime.

(in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Lascia un commento