Coronavirus: Abi; calo attività si rifletterà su mercato lavoro


L’impatto dell’epidemia da coronavirus “sull’economia italiana è profondo ed esteso”, mentre il calo delle attività “si sta riflettendo e inevitabilmente si rifletterà sul mercato del lavoro”. E’ quanto sottolineato dall’Abi nel corso di un’audizione in commissione lavoro del Senato sulle ricadute occupazionali dell’epidemia da Covid-19.

Alla luce di questa situazione, “agli ingenti stanziamenti e alle rilevanti misure apprestati con il decreto Cura Italia e con il Decreto Rilancio per fronteggiare nell’immediato gli effetti della pandemia deve dunque necessariamente accompagnarsi anche una riflessione di più ampio respiro che, al fine di favorire la ripresa del sistema produttivo, individui adeguati strumenti di sostegno alle attività economiche e all’occupazione, assicurando adeguati livelli di sicurezza per i lavoratori e obblighi di protezione sostenibili per i datori di lavoro”.

L’Abi chiede che il Protocollo condiviso del 28 aprile 2020 “Misure di prevenzione, contrasto e contenimento della diffusione del virus Covid-19 per garantire l’erogazione dei servizi del settore bancario ai sensi del Dpcm 26 aprile 2020”, con la relativa integrazione del 12 maggio 2020, sia inserito a pieno titolo tra i protocolli di prevenzione richiamati negli atti normativi del Governo e delle altre Autorità competenti, quale riferimento per il settore bancario in tema di misure di prevenzione e contrasto alla diffusione del virus. “Ciò consente alle banche di disporre di regole chiare e uniformi così da poter garantire l’erogazione dei servizi assicurando piena tutela a lavoratori e clientela”, conclude l’associazione.

vs

Lascia un commento