Coronavirus, in crisi non solo il Pil della Cina. Da Tesla a Apple il mondo col fiato sospeso – Videoanalisi


Coronavirus, in crisi non solo il Pil della Cina. Da Tesla a Apple il mondo col fiato sospeso – Videoanalisi

Il bollettino del 30 gennaio in Cina è 170 morti e 7.711 infettati ma la crisi sanitaria causata dal coronavirus è anche una crisi economica. Se l’influenza polmonare continua a diffondersi – stima la banca d’affari Morgan Stanley – la Cina potrebbe perdere un punto percentuale di Pil nel primo trimestre del 2020, analisi su cui altri economisti concordano. Il calo cinese potrebbe avere ripercussioni mondiali: se i picchi del contagio arrivano tra febbraio e marzo – si ipotizza nel report di Morgan diffuso da Reuters – la crescita globale potrebbe calare tra 0,15 e 0,3 punti nel primo trimestre dell’anno ma se l’emergenza passa come si prevede e spera, si dovrebbero smaltire gli effetti negativi nel corso dell’anno.Paura mondiale In queste ore prevale però la preoccupazione, sia dei mercati asiatici – la Borsa di Taiwan ha perso il 5,75%, Tokyo l’1,7%, Hong Kong il 2…

fonte

Lascia un commento