Da Autostrade ad Alitalia, ripartono i lavori sui dossier “caldi” per il governo


MILANO – La settimana economica riparte guardando da una parte ai dossier “caldi” rimasti in sospeso prima delle pausa estiva – Autostrade, Alitalia e Banca Popolare di Bari su tutti – dall’altra al rischio escalation in Medio Oriente sul fronte internazionale, dopo l’attacco militare con cui gli Stati Uniti hanno ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani.

In Italia i lavori parlamentari riprenderanno martedì 7 gennaio. Tra gli appuntamenti in agenda, a proposito dell’ex compagnia aerea di bandiera, le audizioni del commissario Giuseppe Leogrande, del Ministro Paola De Micheli e dei rappresentanti di Lufthansa. Il giorno successivo partiranno invece alla Camera le audizioni sul disegno di legge di conversione del decreto di “salvataggio” della Banca Popolare di Bari: attesi in questo caso i rappresentanti sindacali quelli di Mediocredito Centrale e del Fondo Interbancario di Tutela dei depositi, che poco prima della fine dell’anno ha deliberato un sostegno all’istituo pugliese di 700 milioni di euro.

Da sciogliere anche il “nodo” Autostrade, dopo che il decreto Milleproroghe appena varato dal governo ha introdotto una misura che di fatto – in caso di revoca della concessione ad Aspi – consentirebbe di ridurre sensibilmente la “penale” che lo Stato dovrebbe pagare alla concessionaria. Una decisione definitiva del governo potrebbe arrivare già in uno dei primi cdm dopo l’Epifania.

Sulla sponda internazionale gli occhi sono puntati tutti sul Medio Oriente. Da Teheran continuano ad arrivare messaggi che anticipano una prossima risposta da parte del governo iraniano alla mossa americana, mentre dal Libano è arrivato forte anche il sostegno di Hezbollah. Sia Iran che Iraq, teatro dell’attacco americano, hanno chiesto l’intervento delle Nazioni Unite.

Sui mercato la reazione è stata contenuta sul fronte azionario, con una spinta verso beni rifugio come lo yen o l’oro. Sempre sul fronte delle commodities l’osservato numero uno degli investitori resta il petrolio, tornato ai massimi da maggio dopo l’attacco Usa a Baghdad.

Tutti gli appuntamenti segnalati dall’Agi

MARTEDI’ 7 GENNAIO
Popolare Bari: riunione informativa con gli azionisti e obbligazionisti a Bari.
Istat: conto trimestrale Pa, reddito e risparmio famiglie e profitti società nel III trim; inflazione a dicembre.
Usa: bilancia commerciale.

MERCOLEDI’ 8 GENNAIO
Confindustria: a Roma presentazione Connext 2020 con Boccia.
Popolare di Bari, audizioni alla Camera sindacati, rappresentati Mediocaredito Centrale e Fitd
Banca Mondiale: rapporto su prospettive economia globale e nuove stime.
Usa: posti lavoro settore privato.
Eurozone economic outlook nel IV trim 2019 e I e II trim 2020.

GIOVEDI’ 9 GENNAIO
Istat: occupati e disoccupati a novembre.

VENERDI’ 10 GENNAIO.
Istat: produzione industriale a novembre; nota mensile su andamento economia italiana a dicembre.
Bankitalia: bollettino economico.
Francia: stima Pil Banca centrale e produzione industriale. Usa: tasso disoccupazione.