Da Maduro al reddito, Pd in ordine sparso

AAA leader del Pd cercasi disperatamente. L’ultimo caso è quello del sì del Parlamento di Strasburgo alla risoluzione che riconosce Guaidò come presidente legittimo ad interim del Venezuela. Gli europarlamentari della Lega e del M5s si sono astenuti e quelli del Pd… pure. O meglio, non tutti ma solo una parte. La maggioranza, precisa subito la capogruppo dem a Strasburgo Patrizia Toia, «ha votato a favore della risoluzione proposta sulla situazione in Venezuela seguendo le indicazioni del gruppo “Socialisti e democratici”». Per poi aggiungere che «alcuni nostri parlamentari hanno legittimamente deciso di astenersi».

Ma chi sono questi parlamentari, subito accusati di essere pro Maduro? Gli astenuti sono Goffredo Bettini, Brando Benifei, Cecile Kyenge, Andrea Cozzolino ed Elena Gentile. Presenti in Aula ma non votanti, inoltre, Roberto Gualtieri e Daniele Viotti. Qualcuno fa maliziosamente notare che quasi tutti questi europarlamentari sono politicamente vicini al candidato alla segreteria del Pd Nicola Zingaretti, appena uscito vincente dal congresso tra gli iscritti e in attesa di confermare la sua leadership alle primarie aperte del 3 marzo prossimo.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer