Dollaro prosegue ben intonato, euro paga debolezza Pil tedesco

LONDRA (Reuters) – Prosegue l’impostazione rialzista del biglietto verde sia a livello di indice sia a livello delle singole controparti euro e yen.

** Se il dollaro è rassicurato dalla lettura in linea alle attese dell’inflazione Usa di gennaio, la valuta unica europea risente invece della doccia fredda dei numeri tedeschi sulla Pil del quarto trimestre, che certificano la crescita nulla della locomotiva della zona euro.

** A livello di indice generale l’inflazione Usa del mese scorso ha fatto registrare la dinamica più debole da un anno e mezzo a questa parte, ma a perimetro ‘core’ gennaio è il terzo mese consecutivo di risalita dell’indicatore, cui Federal Reserve guarda con particolare attenzione.

** Secondo gli addetti ai lavori sul mercato dei cambi la soglia di 1,13 — al di sotto della quale l’euro/dollaro si mantiene ormai da giorni — è un livello psicologico importante.

Leggi anche altri post forex o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer