Dopo un 2019 boom, Nexi corre ancora. Focus su operazioni straordinarie


Nexi, reduce da un 2019 molto brillante (il titolo ha guadagnato il 46,7% dalla quotazione del 16 aprile a fine dicembre), inizia l’anno con nuovi guadagni: sale più del 2% ed è tra le migliori del FTSE MIB. Dopo il rally innescato dall’accordo di fine dicembre con Intesa Sanpaolo, che entrerà nel capitale di Nexi nell’ambito dell’operazione di conferimento a quest’ultima delle attività di gestione delle carte di credito, si continua a parlare di possibili operazioni straordinarie.

L’accordo prevede in particolare: il trasferimento a Nexi del ramo aziendale di Intesa Sanpaolo avente ad oggetto l’attività di acquiring attualmente svolta nei confronti di oltre 380mila punti vendita e una partnership di lunga durata, in cui Nexi diventa il partner esclusivo di Intesa Sanpaolo e quest’ultima, mantenendo la relazione con la propria clientela, distribuisce i servizi di acquiring di Nexi.

In particolare, si parla di un’unione con Sia, che porterebbe alla creazione di un gruppo con oltre 2 miliardi di euro di ricavi. Nexi, che si era quotata a 9 euro per azione, vale oggi 12,64 euro e ha una capitalizzazione di mercato di circa 8 miliardi, contro i 5,7 miliardi di aprile. Il matrimonio, se mai avverrà, sarà il passo cruciale per costituire un campione tricolore con volontà di primeggiare anche in Europa.
Gli elementi dell’italianità, a questo punto, cominciano ad esserci tutti: Sia vede tra i suoi azionisti in primo luogo la Cassa Depositi e Prestiti e, in seconda battuta, Poste Italiane. Al contrario Nexi ora ha tra i suoi azionisti Intesa Sanpaolo, cioè l’istituto che ha fatto della difesa dell’italianità il suo cavallo di battaglia. I private equity, in una futura operazione, potrebbero così monetizzare la loro quota. Sia e Nexi non hanno del resto mai smesso di guardarsi nell’ultimo anno e mezzo. La controllata di Cdp sta provando anche a ipotizzare una Ipo il prossimo anno e ha sondato pure i francesi di Worldline, che sono tuttavia troppo grandi per non imporre un matrimonio a loro favore.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Lascia un commento