Notizie dei mercati

Ecco perché le banche italiane possono resistere a un deterioramento della qualità del credito, secondo Dbrs

This content has been archived. It may no longer be relevant

#mercatoazionario

Le grandi banche italiane, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Banco Bpm, Bper e Mps, hanno registrato un guadagno netto aggregato di 4,8 miliardi di euro nel 2º trimestre di quest’anno, in aumento del 62% rispetto al 2º trimestre del 2021, ossia del 20% escludendo sia l’impatto di Russia e Ukraine sia il badwill derivante dall’acquisizione di Banca Carige da parte di Bper, secondo un’analisi di Dbrs Morningstar.

Nel 1º semestre l’utile aggregato degli istituti bancari italiane e aumentato del +7%

Invece, nel 1º semestre, l’utile netto aggregato e aumentato del 7% su base annua o del 13% escludendo Russia-Ukraine e il badwill (valorizzazione negativa di un perimetro aziendale). La prestazione del 1º semestre e stata guidata da maggiori introiti, minori spese operative e dal calo del costo del credito su base sottostante. I guadagni del semestre hanno beneficiato della crescita dei introiti core e pure dell’attività di trading,…


FIGN2681 => 2022-08-10 11:50:00
mercatoazionario

Show More