Eni, dall’operazione Adnoc fino a 400 milioni di cash flow l’anno

Il gruppo Eni  ha firmato un accordo fra i più rilevanti nel settore della raffinazione, del valore di 3,3 miliardi di dollari, per acquisire il 20% di Adnoc Refining. Quest’ultima è una società del gruppo Adnoc, compagnia petrolifera di Stato di Abu Dhabi, con una capacità di raffinazione di oltre 900 mila barili al giorno. Si tratta dell’operazione più rilevante mai condotta negli Emirati da un investitore straniero in campo energetico. Con questa operazione l’azienda del cane a sei zampe aumenta del 35% la propria capacità di raffinazione e rafforza la presenza in un’area strategica per i commerci.

I termini dell’accordo prevedono il pagamento in contanti di 3,3 miliardi di dollari (al netto del debito netto), cifra che corrisponde a un valore di impresa (enterprise value) pari a 3,9 miliardi di dollari (quota Eni ). La posizione geografica della società le permette…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer