Il Recovery fa bene anche alle banche. Il risiko sostiene ancora gli istituti


Il Recovery fa bene anche alle banche. Il risiko sostiene ancora gli istituti 

Il Recovery fa bene anche alle banche. Il risiko sostiene ancora gli istituti

Borsa a Piazza Affari Milano

Seduta brillante per le banche europee, con l’indice di settore Euro Stoxx 600 in rialzo del 2,6%, tra i migliori del Vecchio Continente. I finanziari tirano la volata agli indici europei in una giornata comunque brillante, dopo la storica intesa dell’Unione europea sul bilancio per i prossimi sette anni (avra’ un valore di 1.074 miliardi di euro) e soprattutto sul Fondo per la Ripresa, che raccogliera’ 750 miliardi mercati, distribuira’ sussidi per 390 miliardi e prestiti per 360 miliardi.

Viaggiano cosi’ a passo rapido tutti i principali gruppi bancari (da segnalare soprattutto il +2,8% di Credit Agricole, Bnp Paribas e Societe Generale a Parigi e il +2,3% di Deutsche Bank a Francoforte). Sotto i riflettori la svizzera Ubs (+2,9% a Zurigo): nel secondo trimestre ha visto calare l’utile dell’11% a 1,2 miliardi di dollari, soprattutto a causa delle svalutazioni sui crediti, ma ha aperto alla possibilita’ di riavviare il programma di buyback gia’ nel prossimo trimestre (il piano da 450 milioni di dollari era stato fermato a marzo a causa della pandemia e per lo stesso motivo erano stati pagati solo meta’ dei dividendi previsti).

Anche a Piazza Affari sono le banche a tirare la volata del Ftse Mib (+2% il listino principale), con Unicredit in aumento del 5,39%, Banco Bpm del 5,33%, Intesa Sanpaolo del 3,9%, Ubi Banca del 2,5% e Banca Generali dell’1,7%. Al di la’ del generale clima positivo, a sostenere gli istituti italiani e’ ancora…