Pillole

L’Inghilterra dice che prender tutte le misure necessarie per proteggere la pace in Irlanda del Nord

La Gran Bretagna afferma martedì che prenderà tutte le misure necessarie per proteggere la pace nell’Irlanda del Nord mentre esorta l’Unione Europea a mostrare nuova immaginazione nei colloqui per risolvere i problemi con le regole commerciali post-Brexit.Londra e Bruxelles cercano da mesi di rompere lo stallo sull’accordo, che in effetti ha creato un confine doganale nel mare tra l’Irlanda del Nord e il resto del Regno Unito per salvaguardare il confine terrestre aperto della provincia con l’Irlanda, stato membro dell’UE.La Gran Bretagna vuole una revisione completa del compromesso e ha accennato alla possibilità di sospenderne unilateralmente una parte se non si riesce a raggiungere un nuovo accordo con l’UE, mentre l’UE cerca dei cambiamenti nei termini del compromesso esistente.”Continueremo a discutere con l’UE, ma non lasceremo che ciò si frapponga alla protezione della pace e della stabilità nell’Irlanda del Nord”, dice un documento di briefing britannico pubblicato martedì per accompagnare la nuova agenda legislativa del governo.”Esortiamo i nostri partner nell’UE a lavorare con noi, con nuova immaginazione e flessibilità, per raggiungere questo obiettivo”.Un rappresentate del 1º ministro Boris Johnson afferma che non sono anche ora state prese decisioni sui prossimi passi.Lo stallo sul cosiddetto Protocollo dell’Irlanda del Nord sta bloccando la formazione di un nuovo esecutivo nella provincia britannica dopo le elezioni della scorsa settimana.Il nazionalista irlandese Sinn Fein, che accetta il protocollo dato il suo obiettivo di unificazione irlandese, e emerso come il maggior partito nelle elezioni, mentre il Partito Democratico Unionista (DUP), che teme che il protocollo eroda i legami con il resto del Regno Unito, e caduto al secondo posto.ATTENZIONE TEDESCAIl leader del DUP Jeffrey Donaldson afferma alla BBC Radio di aver parlato con Johnson martedì e il boss britannico ha capito che la posizione attuale non e sostenibile.Il governo di Johnson afferma che sarà costretto ad agire unilateralmente per prevenire un riacutizzarsi delle tensioni politiche che potrebbero minacciare una intesa di pace del 1998 che ha ampiamente messo fine a decenni di violenza settaria tra nazionalisti e unionisti irlandesi.In una telefonata con l’omologo irlandese Micheal Martin martedì, Johnson afferma che la faccenda con il protocollo e ora “molto seria” e che la Commissione Europea non ha preso i provvedimenti necessari per aiutare a fronteggiare la perturbazione economica e politica sul luogo.”Il 1º ministro ha dichiarato che il governo britannico agirà per proteggere la pace e la stabilità politica in Irlanda del Nord se non si troveranno soluzioni”, afferma il rappresentate di Johnson dopo la telefonata.Martin afferma di aver avvertito Johnson di non intraprendere azioni unilaterali.
Questo avvertimento e stato ripreso pure dal cancelliere tedesco Olaf Scholz.Il quotidiano The Times ha riferito lunedì che il ministro degli Esteri britannico Liz Truss era intenzionato ad abbandonare ampie parti del protocollo dopo aver rinunciato ai colloqui con l’UE.Tuttavia, il governo non ha comunicato piani così dettagliati martedì, quando ha esposto tutta la legislazione che intende introdurre nel prossimo anno deputato.Il DUP afferma a Reuters che il ministro britannico per l’Irlanda del Nord Brandon Lewis non aveva indicato loro alcun piano del genere durante un incontro lunedì.Il documento di briefing di martedì diceva che il governo di Londra avrebbe “preso le misure necessarie” per proteggere il patto di pace e soddisfare gli obblighi democratici verso l’Irlanda del Nord che aveva stabilito in una intesa separato del 2020.
(Servizio di William James e Kylie MacLellan; montaggio di Elizabeth Piper, Mark Heinrich e Alison Wiilliams)

adv-fon

Show More