Imprese: Snetor sigla partnership con Tecnopol


Il Gruppo francese Snetor entra nel mercato italiano e annuncia la partnership con Tecnopol, azienda leader nella distribuzione, nel trading e nel compounding di polimeri termoplastici, sia commodities che tecnici con sede a Torino.

Tecnopol nel 2019 ha registrato un fatturato di oltre 60 milioni di euro e vanta una significativa base di clienti consolidati coprendo l’intero territorio nazionale e spaziando nelle più svariate applicazioni: tra le altre il medicale, l’automotive, l’elettrodomestico, l’arredamento e l’imballaggio.

L’accordo, dal quale nascerà il nuovo Gruppo Tecnopol Snetor Spa, prevede acquisizione fino al 70% dell’attività di distribuzione dell’azienda piemontese.

Tale operazione, spiega una nota, permetterà alle due società di realizzare forti sinergie di gruppo. Il restante 30% rimarrà di proprietà dei manager e azionisti storici della società (Giancarlo Rizzi ed Alberto Borio), che continueranno a ricoprire i rispettivi ruoli di Amministratori Delegati e si occuperanno della gestione per garantire continuità nello sviluppo degli obiettivi strategici.

Nell’accordo è previsto inoltre di unire le esistenti attività sul mercato spagnolo di Snetor Iberica e Tecnopol così da rendere ancora più significativa la presenza sul mercato iberico. Nascerà pertanto la Tecnopol Snetor Iberica che sarà controllata al 60% da Snetor e al 40% dalla Tecnopol Snetor Italia.

Le attività di compounding del gruppo Tecnopol non fanno parte dell’operazione e sono state separate attraverso il carve out della società Omikron che rimane di proprietà delle famiglie Borio e Rizzi. Grazie ai proventi della cessione e agli accordi commerciali con il gruppo Snetor, la Omikron verrà capitalizzata per sostenere un ambizioso progetto di crescita e sviluppo con l’obbiettivo di raddoppiare produzione e fatturato in cinque anni grazie allo sviluppo di nuovi mercati e nuovi prodotti. Il progetto include un forte impegno nella sostenibilità e nella produzione di prodotti di altissima qualità con l’utilizzo di materiali ricilati postindustriali e postconsumo per i quali la società ha ottenuto lo scorso anno la certificazione Recycled Plastic. Tuttavia Tecnopol Snetor si occuperà anche della distribuzione dei compound prodotti da Omikron.

Con 35 anni di storia alle spalle e oltre un miliardo di euro di fatturato annuo, oggi Snetor è presente in vari continenti – dagli Usa al Sud America, dall’Africa all’Europa – con 19 uffici in altrettanti Paesi ed è animato da una logica di forte espansione territoriale in nuovi mercati e applicazioni. La partnership consentirà al Gruppo francese di presidiare anche il mercato italiano e a Tecnopol di rafforzare la propria presenza all’estero, accedendo a risorse commerciali internazionali sia in termini di nuovi clienti ed applicazioni, nonché di fornitori di prodotti chimici e plastici.

com/fus

marco.fusi@mfdowjones.it

Imprese: Snetor sigla partnership con Tecnopol 

Il Gruppo francese Snetor entra nel mercato italiano e annuncia la partnership con Tecnopol, azienda leader nella distribuzione, nel trading e nel compounding di polimeri termoplastici, sia commodities che tecnici con sede a Torino.

Tecnopol nel 2019 ha registrato un fatturato di oltre 60 milioni di euro e vanta una significativa base di clienti consolidati coprendo l’intero territorio nazionale e spaziando nelle più svariate applicazioni: tra le altre il medicale, l’automotive, l’elettrodomestico, l’arredamento e l’imballaggio.

L’accordo, dal quale nascerà il nuovo Gruppo Tecnopol Snetor Spa, prevede acquisizione fino al 70% dell’attività di distribuzione dell’azienda piemontese.

Tale operazione, spiega una nota, permetterà alle due società di realizzare forti sinergie di gruppo. Il restante 30% rimarrà di proprietà dei manager e azionisti storici della società (Giancarlo Rizzi ed Alberto Borio), che continueranno a ricoprire i rispettivi ruoli di Amministratori Delegati e si occuperanno della gestione per garantire continuità nello sviluppo degli obiettivi strategici.

Nell’accordo è previsto inoltre di unire le esistenti attività sul mercato spagnolo di Snetor Iberica e Tecnopol così da rendere ancora più significativa la presenza sul mercato iberico. Nascerà pertanto la Tecnopol Snetor Iberica che sarà controllata al 60% da Snetor e al 40% dalla Tecnopol Snetor Italia.

Le attività di compounding del gruppo Tecnopol non fanno parte dell’operazione e sono state separate attraverso il carve out della società Omikron che rimane di proprietà delle famiglie Borio e Rizzi. Grazie ai proventi della cessione e agli accordi commerciali con il gruppo Snetor, la Omikron verrà capitalizzata per sostenere un ambizioso progetto di crescita e sviluppo con l’obbiettivo di raddoppiare produzione e fatturato in cinque anni grazie allo sviluppo di nuovi mercati e nuovi prodotti. Il progetto include un forte impegno nella sostenibilità e nella produzione di prodotti di altissima qualità con l’utilizzo di materiali ricilati postindustriali e postconsumo per i quali la società ha ottenuto lo scorso anno la certificazione Recycled Plastic. Tuttavia Tecnopol Snetor si occuperà anche della distribuzione dei compound prodotti da Omikron.

Con 35 anni di storia alle spalle e oltre un miliardo di euro di fatturato annuo, oggi Snetor è presente in vari continenti – dagli Usa al Sud America, dall’Africa all’Europa – con 19 uffici in altrettanti Paesi ed è animato da una logica di forte espansione territoriale in nuovi mercati e applicazioni. La partnership consentirà al Gruppo francese di presidiare anche il mercato italiano e a Tecnopol di rafforzare la propria presenza all’estero, accedendo a risorse commerciali internazionali sia in termini di nuovi clienti ed applicazioni, nonché di fornitori di prodotti chimici e plastici.

com/fus

marco.fusi@mfdowjones.it