Criptovalute

Inchiesta antiriciclaggio: Le autorità indiane bloccano 8,1 milioni di $ (USA dollars) dell’exchange WazirX

Il Directorate of Enforcement indiano, o ED, ha comunicato di aver congelato circa 8,1 milioni di $ (USA dollars) di aiuti a seguito di una inchiesta collegata al crypto exchange WazirX nel merito di una frode di prestiti personali istantanei.

In un annuncio condiviso venerdì, il Directorate of Enforcement ha riferito che WazirX avrebbe facilitato le transazioni di società fintech anonime “per acquistare crypto asset con l’obiettivo di riciclarli all’estero” come parte di uno schema che coinvolge società sostenute dalla Cina che eludono le normative indiane. Nella sua inchiesta, l’ED ha comunicato di aver ordinato il congelamento dei conti bancari di WazirX, contenenti 646,7 milioni di rupie indiane – circa 8,1 milioni di $ (USA dollars) all’atto della realizzazione – e di aver estesto l’inchiesta al co-fondatore Sameer Mhatre.

Secondo il regolatore, l’inchiesta e anche ora in corso. L’ED ha dichiarato che il crypto exchange prevedeva “norme KYC lassiste” e “un debole controllo normativo” delle transazioni avvenute tra WazirX e Binance, non registrando le informazioni necessarie per verificare l’origine dei fondi utilizzati per acquistare criptovalute nella presunta frode.

Leggi il testo completo su Cointelegraph

Inchiesta antiriciclaggio: Le autorità indiane bloccano 8,1 milioni di $ (USA dollars) dell’exchange WazirX

Inchiesta antiriciclaggio autorit


FIMA2643#

Show More