Indice Pmi Italia, nuovo minimo. Giorni decisivi per Dl sblocca cantieri e crescita

Primavera amara per la crescita italiana. Dopo l’andamento piatto della produzione industriale italiana registrato dal Centro studi Confindustria per il primo trimestre dell’anno (-0,1%, dopo il -1% rilevato dall’Istat nel IV trimestre 2018. -3% sul 2018 arriva un altro cartellino rosso targato Ihs Markit. A marzo, secondo la multinazionale di informazione e analisi dei dati di mercato, l’attività del settore manifatturiero in Italia è scesa a nuovi minimi da quasi sei anni, segnando un ribasso a 47,4 punti da 47,7 di febbraio aggiornando i minimi da maggio 2013. I nuovi ordinativi hanno evidenziato un ribasso 44,9 da 46,1 di febbraio, toccando il livello più basso da aprile 2013.

«A causa della forte riduzione dei nuovi ordini che a sua volta ha provocato l’ennesimo declino della produzione, a marzo, continuano a peggiorare le condizioni del settore manifatturiero in Italia», sottolinea Ihs Markit, secondo cui la produzione è diminuita per l’ottavo mese consecutivo, e «i nuovi ordini si sono contratti al tasso più veloce in quasi sei anni e l’ottimismo, pur rimanendo positivo è sceso leggermente rispetto a febbraio».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer