Intesa, Equita e Mediobanca vedono l’utile 2019 sotto 4 miliardi

Il titolo Intesa Sanpaolo  spunta un progresso dell’1,77% a quota 2,028 euro a Piazza Affari all’indomani dei conti 2018 risultati in linea con le attese degli analisti (utile netto a 4,05 miliardi), eccetto per il net interest income del quarto trimestre (-6% trimestre su trimestre a 1,738 miliardi di euro) compensato da minori rettifiche e da voci straordinarie più elevate, oltre ai 400 milioni di euro previsti dalla cessione della piattaforma di servicing degli Npl.

L’istituto guidato dal ceo, Carlo Messina, ha anche confermato un dividendo e un indice di patrimonializzazione Common Equity Tier 1 (13,6%) elevati, oltre a un netto miglioramento della qualità del credito: riduzione dei crediti deteriorati lordi senza oneri straordinari per gli azionisti, con lo stock diminuito del 29,9% rispetto a dicembre 2017, realizzando già nel 2018 oltre il 60% dell’obiettivo previsto nel piano…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer