Irpef, aliquota del 15% per i redditi familiari inferiori a 30mila euro

Una flat tax al 15% per i redditi sotto 30mila euro, da finanziare con una revisione selettiva delle tax expenditures, tutelando le fasce più basse. E da far scattare contemporaneamente a una nuova fase di spending review. Le priorità del governo “gialloverde” per la legge di bilancio 2020 sono indicate chiaramente nella bozza di Pnr (il Programma nazionale di riforma) da 81 pagine e nella “griglia” del Def, che dovrebbero essere varati entro il 10 aprile. Anche se non è escluso uno slittamento di alcuni giorni.

Nei due documenti l’esecutivo conferma l’impegno di una riduzione graduale del rapporto debito-Pil «per rafforzare la fiducia degli investitori in titoli di Stato e abbattere gli oneri per interessi». E annuncia l’intenzione di studiare la possibilità di destinare anche i proventi derivanti dalla revisione delle concessioni pubbliche al Fondo di ammortamento del debito pubblico insieme agli incassi dalle dismissioni immobiliari e dalla cessione di quote di società partecipate. Un’operazione che renderebbe più agevole centrare l’obiettivo di entrate da dismissioni pari allo 0,3% medio annuo del Pil, incorporato nelle proiezioni del debito pubblico.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer