Istat: 2,33 mln di occupati teme perdita lavoro entro 6 mesi


L’emergenza ha portato a un atteggiamento di diffusa insicurezza: ad aprile il 10,2% degli occupati, pari a circa 2,330 milioni, dichiara di temere di perdere il lavoro entro 6 mesi (erano il 6,7% un anno prima).

E’ quanto emerge dal Rapporto annuale 2020 dell’Istat. Se tale insicurezza continua a coinvolgere soprattutto i dipendenti a termine (33,9%, +6,4 punti in un anno), l’aumento riguarda anche quelli a tempo indeterminato e gli indipendenti ed è particolarmente accentuato nel settore di alberghi e ristorazione.

pev