Dow Jones

Italia: report, è primo produttore di calzature dell’Ue



Il settore calzaturiero italiano, tra i pilastri del Sistema Moda, è da sempre leader indiscusso tra i produttori di calzature di fascia alta e lusso. Secondo i dati del report annuale 2020 di WorldFootwearYearbook l’Italia è il primo produttore di calzature nell’Unione Europea e il decimo per numero di paia nel mondo. È inoltre l’ottavo Paese esportatore a livello mondiale, il terzo in termini di valore.

L’alta qualità artigianale della produzione italiana è legata alla vivace iniziativa imprenditoriale e alla struttura del settore, che si pone in un contesto di “filiera”, e vede una concentrazione territoriale di aziende in 7 distretti di eccellenza, situati prevalentemente tra Toscana, Puglia, Veneto, Marche, Campania, Lombardia ed Emilia Romagna, interessando ben 23 province.

Inoltre, secondo i dati StockX – piattaforma internazionale di reselling di abbigliamento e accessori da collezione – l’Italia è il Paese che presenta la più alta domanda di scarpe da ginnastica da donna, con una quota di mercato superiore del 95% rispetto alla media globale. A livello mondiale il mercato delle sneakers è in forte espansione. È quello che ha tenuto meglio durante la pandemia e, secondo uno studio EY, prevede un incremento delle vendite ad un tasso di crescita del 10,3% tra il 2020 e il 2025. La spinta arriverà dall’online, in cui sono una delle prime tre categorie per vendita su tutte le piattaforme.

Alberto Zunino, Amministratore Delegato di Gruppo Manifatture Italiane, polo di eccellenza nella produzione made in Italy di sneaker e scarpe formali di lusso, con una capacità produttiva di circa 1 milione di paia di scarpe all’anno, commenta: “il settore calzaturiero italiano, soprattutto per il segmento lusso, ha dimostrato e dimostra tuttora una grande capacità di reazione alle richieste del mercato. L’alta qualità artigianale è da sempre un elemento fondamentale della nostra produzione: oggi vediamo anche un’accelerazione di trend come l’attenzione crescente alla sostenibilità della filiera e alla provenienza delle materie prime. Questa esigenza di trasparenza integra valori ormai condivisi dai brand e da larghissime fasce della comunita` dei consumatori. È, infatti, una delle aree sui cui come Gruppo stiamo lavorando e investendo molto. In questa fase diventa più che mai rilevante sviluppare nuove competenze e un alto livello di specializzazione per affrontare le sfide del futuro, che si basano su innovazione e valorizzazione della filiera, come acceleratori e leve di competitività della nostra produzione Made in Italy”.

alb

alberto.chimenti@mfdowjones.it

(END) Dow Jones Newswires

July 30, 2021 12:53 ET (16:53 GMT)

Segnali:

Per la moda italiana è iniziato il reshoring
Un lieve vento di reshoring inizia a soffiare sulla moda italiana. A rilevarlo è il report di ... e il settore delle calzature, articoli in cuoio e da viaggio (+12%). Il recupero delle vendite ha dato ...
Covid Italia, report: morti non vaccinati sono 23 volte più di vaccinati
dato da mettere in relazione al fatto che la popolazione in questa fascia è costituita per circa il 72% da donne. Il report descrive le caratteristiche di 130.468 pazienti deceduti e positivi a ...
La deforestazione in Amazzonia dipende anche dall’Italia (e dal nostro consumo di soia), il report
Allevamenti intensivi e produzione ... di soia proveniente dalla Rondônia, nel 2020 l’Italia è stata il terzo principale importatore dell’Ue dopo Paesi Bassi e Spagna, e tra i primi cinque ...
Covid, Draghi: "In Italia curva sotto controllo e campagna vaccini più spedita di media Ue"
In Italia, i valori dei beni esportati nel secondo trimestre di quest'anno erano del 5% più alti che nello stesso periodo di due anni fa, prima della pandemia. Questa crescita è stata però ...
Italia in vetta all’Ue per il riciclo della carta, senza poi poter valorizzare anche gli scarti
Nell’ultimo anno il tasso di riciclo degli imballaggi di carta e cartone in Italia ha infatti raggiunto, con 15 anni di anticipo e per la prima ... produzione del 4,1%; la filiera si è ...
Italia a Tavola è un quotidiano di enogastronomia e accoglienza
Google Analytics (Google Inc.) Google Analytics è un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (“Google”). Google utilizza i Dati Personali raccolti allo scopo di tracciare ed esaminare ...
Riciclo carta, Italia virtuosa: supera e anticipa di 15 anni il target Ue
A confermare il risultato è l’Unione nazionale delle imprese di recupero e riciclo maceri (Unirima) nel Rapporto 2021 (qui il report integrale ... dei rifiuti nell’Ue sia molto migliorata ...
Crisi energetica, Feralpi sospende la produzione di acciaio in Italia e all'estero
è simile anche in Germania che, seppur con logiche differenti e con meno intensità (l’Italia soffre di più l’aumento del costo del gas che serve per ottenere energia elettrica), porta alla sospensione ...
Sottovariante Delta (più contagiosa) è in Italia, scoperti i primi 9 casi. Cos'è e perché è pericolosa
La nuova sottovariante Delta, conosciuta come variante AY.4.2 e indicata con la sigla B.1.617.2.4.2 è presente anche in Italia ... grado di sfuggire ai vaccini sono almeno due: la prima potrebbe ...
Covid, contagi in aumento ma l’Italia è il Paese Ue più virtuoso dopo la Spagna
Nel periodo precedente (fino al 13 settembre) il rapporto tra Spagna e Italia era invertito. La percentuale di popolazione spagnola vaccinata con il ciclo completo è del 79,6% (ma è sopra l’88 ...
Climate Transparency Report: “Ancora in aumento le emissioni di Co2 nei Paesi del G20. E i governi non spendono per la ripresa verde”
Quest’anno il G20 si è impegnato a presentare nuovi obiettivi climatici. Quattro giorni prima della scadenza finale del 12 ottobre, 16 membri (tra cui Francia, Germania e Italia nell’ambito ...
Auto elettriche in Italia: raddoppiate nei primi 9 mesi del 2021
In Italia i trasporti sono il primo settore per emissioni di gas ... si è soffermata l’ultima analisi dell’Energy&Strategy Group del PoliMi raccolta nello “Smart Mobility Report 2021 ...

Italy: report, is the first footwear manufacturer in the EU

The Italian footwear sector, one of the pillars of the Fashion System, has always been the undisputed leader among manufacturers of high-end and luxury footwear. According to data from the WorldFootwearYearbook 2020 annual report, Italy is the first footwear manufacturer in the European Union and the tenth by number of pairs in the world. It is also the eighth exporting country in the world, the third in terms of value.

The high quality craftsmanship of Italian production is linked to the lively entrepreneurial initiative and the structure of the sector, which is set in a "supply chain" context, and sees a territorial concentration of companies in 7 districts of excellence,