La blockchain potrebbe aiutare a risolvere il problema del coronavirus, afferma un esperto


Criptovalute

Un docente dell’Università di Hong Kong ha affermato che la tecnologia blockchain e strategie basate sull’intelligenza artificiale potrebbero aiutare a contrastare la diffusione del coronavirus.

Syren Johnstone, Direttore esecutivo del master in legge presso l’Università di Hong Kong, ha recentemente pubblicato un post sul blog della Oxford University Faculty of Law Department nel quale sostiene che l’epidemia del coronavirus dovrebbe essere vista come una “chiamata alle armi per l’industria della tecnologia.”

Blockchain, AI e il mercatoJohnstone inizia affermando che l’operato delle organizzazioni benefiche viene attualmente ostacolato dall’incapacità di incanalare le donazioni in maniera efficace a causa delle scelte politiche e istituzionali adottate da Pechino.