Pillole

La BoE non ha anche ora finito con i rialzi dei tassi, dice Ramsden

La Banca d’Inghilterra dovrà spingere i costi di prestito più in alto per controllare la rapida crescita dell’inflazione e ci sono rischi che le pressioni inflazionistiche dovute all’incremento degli stipendi si dimostrino più forti di quanto la BoE pensi, afferma il vice governatore Dave Ramsden a Bloomberg News.”Non credo che siamo andati anche ora abbastanza lontano sul Bank Rate, ma penso che quello che abbiamo gia fatto stia avendo un impatto”, afferma in un’intervista pubblicata giovedì.La settimana scorsa la BoE ha alzato il Bank Rate all’1,0%, il più alto dal 2009, e afferma che ulteriori aumenti “potrebbero essere anche ora appropriati in futuro” poiché ha previsto che l’inflazione verosimilmente supererà il 10% più avanti quest’anno, causando forse una recessione.”Dato quello che sappiamo sul mercato del lavoro del Regno Unito, non sarei sorpreso se risultasse un po’ più stretto”, afferma Ramsden.
“Penso che ci siano rischi in aumento sull’inflazione (nel) medio termine”.Ha pure detto che presume che sarà la BoE a gestire il procedimento di vendita dei titoli di stato quando invertirà il suo programma di allentamento quantitativo, non il Debt Management Office.
(Scritto da William Schomberg, montaggio di David Milliken)

adv-fon

Show More