La sfida della piadina romagnola in Germania e nel mercato interno

Promuovere il valore del prodotto piadina Igp e il suo legame con il territorio romagnolo in tutta Europa. E’ questo il progetto che ha messo in campo per il biennio 2019/21 il Consorzio di promozione e tutela della piadina romagnola Igp, presieduto da Alfio Biagini e costituito da 13 imprenditori soci. Il progetto è finalizzato soprattutto al mercato nazionale e tedesco e finanziato attraverso il Piano di Sviluppo Rurale  della Regione. L’obiettivo principale del Consorzio è di difendere la piadina romagnola  da ogni imitazione. Un compito non da poco e su cui non bisogna abbassare la guardia, visto che nel mondo ci sono addirittura  94 marchi registrati di piadina.

Dal 2011, cioè dalla nascita del Consorzio, i quantitativi di piadina romagnola a marchio Igp sono più che triplicati da 6.500 tonnellate nel 2014 a oltre 20.000 nel…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer