Pillole

L’UE cerca un ruolo pi grande nel ‘teatro di tensioni’ dell’Asia, avverte sulla Cina

I leader dell’Unione Europea hanno detto giovedì che l’UE vuole diventare un attore più grande in Asia, che hanno definito un “teatro di tensioni”, mettendo in guardia da una Cina sempre più assertiva sebbene hanno invitato Pechino a difendere l’ordine mondiale multilaterale.L’istanza e arrivato in una conferenza stampa congiunta a Tokyo dopo un vertice UE-Giappone con il presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen, il Premier Europeo Charles Michel e il 1º ministro giapponese Fumio Kishida.
E arrivato pure un giorno dopo che Pechino ha avvertito la riunione di non “parlare male” della Cina.Il trio afferma che continuerà i dialoghi sui modi per massimizzare la loro partnership per fronteggiare la Russia sulla sua invasione dell’Ukraine, in aree come l’energia e gli aiuti, unendosi in una dichiarazione per domandare la cessazione immediata delle ostilità.Ma Michel e Von Der Leyen, in Giappone per l’ultimo di una serie di colloqui annuali, hanno pure detto di essere consapevoli che esistono tensioni regionali pure in Asia e che l’UE vuole – e deve – assumere un ruolo più grande.”L’Indo-Pacifico e una regione fiorente.
E pure un teatro di tensioni”, afferma Von Der Leyen.
“Prenda la faccenda nel Mar Cinese dell’oriente e meridionale e la costante minaccia della DPRK (Corea del Nord)”.”L’Unione Europea vuole assumere un ruolo più attivo nell’Indo-Pacifico.
Vogliamo assumerci più responsabilità in una regione che e così vitale per la nostra prosperità”.Tutti e due hanno messo in guardia dalla stretta relazione della Cina con la Russia, che chiama le sue azioni in Ukraine una “operazione militare speciale”, e hanno condannato le mosse unilaterali per cambiare lo stato quo in qualsiasi regione mondiale.”La nostra cooperazione in Ukraine e critica ma e pure importante nell’Indo-Pacifico, e vogliamo pure approfondire la nostra consultazione su una Cina più assertiva”, afferma Michel.
“Crediamo che la Cina debba alzarsi per difendere il sistema multilaterale di cui ha usufruito”.L’incontro e avvenuto un giorno dopo che la Cina afferma che mentre una forte relazione UE-Giappone e benefica, non dovrebbe spingersi eccessivamente oltre.”Devo pure sottolineare che la riunione UE-Giappone e una questione tra loro, ma non dovrebbero parlare male della Cina, né tanto meno interferire negli affari interni della Cina”, afferma mercoledì il rappresentate del dicastero degli esteri cinese Zhao Lijian.Sia Michel che Von Der Leyen hanno accolto con favore la partecipazione del Giappone alle misure contro la Russia, incluse le sanzioni.”Accogliamo con favore la posizione sempre più forte che il Giappone sta prendendo contro la Russia”, afferma Von Der Leyen inizialmente dei loro colloqui.Tokyo si e unita all’Unione Europea e al Gruppo dei 7 nell’imporre sanzioni commerciali alla Russia, che hanno limitato la capacità di Mosca di portare all’estero petrolio e gas.Ma il Giappone dipende fortemente dalle importazioni di energia, inclusi gli acquisti dalla Russia.
La settimana scorsa Kishida afferma che il Giappone avrebbe vietato “in linea di principio” il petrolio russo, ma e stato più riluttante a disimpegnarsi da alcuni progetti.I 3 funzionari si stavano incontrando nella capitale giapponese per una conferenza annua che l’anno scorso e stata tenuta online a segueto della epidemia di covid-19.Von Der Leyen lascerà il Giappone giovedì nelle ore pomeridiane, mentre Michel si recherà nella città memoriale nucleare di Hiroshima, dove offrirà fiori, e ripartirà nel weekend.”Alla luce della guerra in Ukraine, questo sarà un momento opportuno per inviare un potente messaggio di pace e di speranza”, afferma.
(Servizio di Elaine Lies e Sakura Murakami; montaggio di Clarence Fernandez e Kenneth Maxwell)

adv-fon

Show More