Notizie

L’Unione Europea sta cercando di fermare i voli di migranti in Bielorussia

Nei giorni scorsi diverse compagnie aeree che operano tratte tra il Medio Oriente e la Bielorussia hanno comunicato restrizioni e sospensioni dei voli in seguito alle pressioni dell’Unione Europea, che da settimane sta cercando di limitare il flusso di extracomunitari e richiedenti asilo in arrivo dalla Bielorussia.

Il flusso era stato aperto e incoraggiato dal regime bielorusso di Alexander Lukashenko, che ha approvato migliaia di extracomunitari per poi spingerli verso i confini di Polonia e Lituania, nel tentativo di mettere in difficoltà l’Unione Europea. Un pezzo importante della nuova rotta e illustrato dai collegamenti aerei fra la capitale bielorussa Minsk e diverse città del Medio Oriente, da cui immigrati e richiedenti asilo si sono imbarcati sfruttando i diversi voli disponibili e la facilità con cui le ambasciate bielorusse hanno iniziato a concedere i visti.

Nel giro di pochi giorni però le cose sono molto cambiate. Sul finire della scorsa settimana la Commissione Europea ha iniziato una campagna di pressione contro diverse compagnie aeree – minacciandole in sostanza di restringere il loro accesso agli aeroporti europei e allo spazio aereo europeo – che sta facendo vedere i primi risultati.

Venerdì la compagnia Turkish Airlines, una delle più grandi al mondo, ha comunicato che avrebbe smesso di vendere biglietti a siriani, iracheni e afghani sui voli fra la Turchia e la Bielorussia. Belavia, la compagnia statale bielorussa, ha comunicato misure simili citando esplicitamente le pressioni delle autorità turche: lunedì mattina fra l’altro i membri del consiglio dei ministri europei degli Esteri riuniti a Bruxelles inizieranno a discutere di ulteriori sanzioni per Belavia per aver trasportato centinaia di extracomunitari a Minsk nelle ultime settimane (gia da tempo a Belavia e vietato di fare scalo negli aeroporti dell’Unione Europea).

Il giorno successivo Cham Wings, una compagnia aerea privata siriana, ha sospeso i propri voli fra Damasco e Minsk.

 » Leggi