Milano, gli investimenti fantasma del miliardario saudita

Non sempre i grandi investitori arabi sono una certezza. Molto ricchi e molto attenti alle tendenze immobiliari, culturali e sportive dell’Occidente, devono tuttavia sottostare alle regole poco chiare (almeno ai nostri occhi) del loro paese. E talvolta destano preoccupazione.

È quanto sta avvenendo nel territorio milanese con il miliardario saudita Fawaz Abdulaziz al Hokair, il fondatore di Falcon Mall, la società dell’Arabia Saudita pensata per costruire grandi centri commerciali in Europa. Il magnate era impegnato sia per la costruzione di una grande area commerciale a Nord di Milano, sia per la realizzazione di un altro super mall accanto alla nuova Città della salute, all’interno dell’ex area Falck di Sesto San Giovanni, gestita dalla società Milanosesto (di cui il saudita possiede anche il 25%). Ma lo scenario sta cambiando. Messo sotto accusa dal suo governo, Fawaz al Hokair sta mettendo in discussione entrambi gli impegni.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer