Moda: Comme des garcons riparte a luglio da Tokyo (MFF)


Una campagna vendite a Tokyo alla fine di luglio e un progetto di presentazione alla stampa, più incentrato sull’immagine, i cui dettagli sono ancora in via di definizione. Il gruppo Comme des garcons ha comunicato i suoi piani per svelare le collezioni uomo primavera-estate 2021.

MFF scrive che le cinque label Homme plus, Cdg shirt, Homme deux, Junya Watanabe e Cdg homme saranno protagoniste di una campagna vendite che si svolgerà nella città giapponese dal 28 al 30 luglio, secondo una precisa regolamentazione di sicurezza. Destinatari della presentazione saranno i clienti locali, mentre i buyer internazionali potranno accedere parallelamente a una campagna vendite digitale. Ancora non definito, invece, è il modo in cui le collezioni, normalmente in scena durante la Paris fashion week, saranno veicolate alla stampa. Al momento, ha sottolineato il gruppo, è allo studio una formula che dia risalto all’immagine.

Nei giorni scorsi (MFF del 7 maggio), la Federation de la Haute Couture et de la Mode ha annunciato l’organizzazione di un evento online dedicato alle collezioni maschili per la stagione primavera-estate 2021, in programma da giovedì 9 fino a lunedì 13 luglio, che anticiperà la digital fashion week milanese, in calendario dal 14 al 17 luglio. La London fashion week manterrà invece la sua collocazione originaria dal 12 giugno, in una formula virtuale e dual gender. Tutto è comunque ancora un work in progress, come ha sottolineato a MFF Adrian Joffe, numero uno del gruppo Comme des garcons e di Dover street market nonché marito della stilista Rei Kawakubo.

Avete annunciato una doppia modalità di presentazione is planning del menswear a luglio. Può spiegarmi i dettagli?

Ci sarà una campagna vendite fisica a Tokyo dal 28 al 30 luglio per il lancio delle nostre cinque etichette maschili, Homme plus, Cdg shirt, Homme deux, Junya Watanabe e Cdg homme che avverrà in modalità safe e con precise regolamentazioni. I dettagli al momento sono ancora in fase di definizione, siamo in un pieno work in progress. Sarà destinata ai nostri clienti giapponesi e anche agli internazionali nel caso in cui sia possibile viaggiare. Cosa molto difficile.

Avete immaginato anche una campagna vendite virtuale?

Ci stiamo ancora lavorando ma confidiamo nel fatto che mancano ancora tre mesi. Servirà per i buyer internazionali che non potranno vedere fisicamente le collezioni a Tokyo.

Cosa ha in mente invece per la presentazione alla stampa?

Anche in questo caso, stiamo valutando come muoverci ma non abbiamo ancora preso una decisione.

Avete già pensato a come muovervi per il womenswear in autunno nel caso in cui non si potrà viaggiare?

In questo caso proprio non abbiamo affrontato il problema perché ci sono troppe incognite.

In che modo la crisi ha ha cambiato la moda?

Non lo so, chi può saperlo. Stiamo solo cercando di sopravvivere al presente.

Come ha modificato invece la distribuzione?

Non l’ha ancora modificata a mio avviso. Il gruppo Comme des garcons ha sempre protetto i giovani designer. Come cambieranno la loro creatività e le loro strategie? È meglio che lo chiediate direttamente a loro. Noi continueremo a fare del nostro meglio per supportarli.

red/sda

Lascia un commento