Petrolio resta volatile in attesa di Opec+: “accordo non risolverebbe tutti problemi barile” (analisti)


Movimenti ribassisti per il petrolio dopo il rinvio della riunione dell’Opec+ prevista per oggi. Secondo quanto anticipato dalla stampa internazionale, l’atteso meeting dovrebbe tenersi in videoconferenza giovedì prossimo. Il Wti (riferimento Usa) e il Brent (riferimento europeo) si muovono rispettivamente in calo di quasi il 3% rispettivamente a 27,5 dollari al barile e a 33,10 dollari.

Negli ultimi giorni il petrolio ha abituato a cambi di passo e di scenario repentini. “Perfino il miglior sceneggiatore di Hollywood avrebbe faticato a immaginare gli ultimi giorni sul mercato del petrolio – rimarca Carlo Alberto De Casa, capo analista di ActivTrades -. Lo scenario drammatico della scorsa settimana, quando il prezzo del Wti è precipitato sotti i 20 dollari, è stato seguito da un rimbalzo spettacolare del 50% in sole due sessioni di trading, quando i…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer

Lascia un commento