Petrolio WTI riduce le perdite dopo tonfo a $10, Brent in rialzo. La nota di Equita sull’Oil Sector


Occhio alla nota di Equita SIM sull’Oil Sector, dal titolo più che indicativo: “Stoccaggi onshore in prossimità della saturazione – noli per cisterne molto forti”.

Oggi è un’altra giornata negativa per il petrolio, in particolare per il contratto WTI di giugno, dopo la notizia relativa alla decisione dell’ETF United States Oil Fund, noto anche con il ticker USO, di sbarazzarsi nell’arco dei prossimi tre giorni di tutti i contratti WTI con scadenza a giugno, e di sostituirli con contratti di più lungo termine. I contratti futures WTI di giugno risalgono però dai minimi di seduta, e cedono quasi -6% a $12,04, dopo essere scesi fino a $10 circa. Il Brent è in recupero, sale del 2,65% a $20,52.

Così Equita SIM commenta il recente trend:


Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer

Lascia un commento