Piazza Affari chiude debole con banche, soffre anche FCA


Le tensioni geopolitiche hanno frenato Piazza Affari. Dopo l’avvio d’anno sprint, il Ftse Mib ha chiuso oggi in calo dello 0,56% 23.702,35 punti. A pesare sono le tensioni in Medio Oriente dopo che il Pentagono ha confermato di aver ucciso, in occasione di un attacco all’aeroporto di Baghdad, il generale iraniano Qassem Soleimani e altre 7 persone. Notizia che ha infiammato le quotazioni del petrolio e spinto gli acquisti su asset rifugio quali l’oro.

Sul parterre di Piazza Affari si sono mossi bene i titoli oil con +0,70% di ENI e +0,87% di Saipem. Molto bene anche Tenaris (+1,34%) che ha concluso l’acquisizione di IPSCO Tubulars, un produttore statunitense di tubi in acciaio, per 1.067 milioni di dollari.

Tra i…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer