Lavoro

Preavviso di licenziamento: tutto quello che bisogna sapere

This content has been archived. It may no longer be relevant

#occupazione

Quando si presenta il preavviso di licenziamento, lo stesso datore di lavoro deve prestare attenzione ad alcune regole. e vero infatti che non e probabile che avvenga in licenziamento immotivato, altrimenti si va incontro a una serie di rischi. Così, l’obbligo del preavviso non vale solamente per il lavoratore, ma anche per il suo datore. Ad oggi, la legislazione permette ad tutti e due di recedere il contratto in anticipo. Bisogna però sapere anche che non e probabile andare via da una società senza che si specifichi il motivo. Sono solo pochi casi specifici che consentono di licenziare una persona senza motivazione: questa situazione si chiama ad nutum.

Preavviso di licenziamento: obblighi del datore di lavoro

Il datore di lavoro ha una serie di obblighi da rispettare, tra i quali anche quello di comunicare la sua decisione di licenziare un dipendente. Questo non può avvenire se non ci sia un preavviso giustificato. In questo modo si dà al lavoratore l’opportunità di organizzarsi prima e cercare un nuovo impiego. Anche il dipendente, d’altro canto, ha il medesimo obbligo del suo capo. Questi dovrà infatti cercare una nuova figura da inserire nel suo organico. Ha necessità non solo di individuare, ma anche di formare eventualmente il nuovo sostituto. e quindi ovvio come le regole per il licenziamento siano valide sia per il dipendente che per il lavoratore. La stessa cosa vale anche per le sanzioni stesse. Nel caso dove un capo non dovesse rispettare il


FIGN2917 => 2022-10-07 21:01:00
occupazione

Show More