Prysmian a picco dopo WesternLink: rischio 80 milioni di danni

Investing.com – Crollo Prysmian (MI:PRY) a Piazza Affari che cede oltre l’8%, restando in fondo al Ftse Mib, dopo non essere riuscita a far prezzo in apertura.

Il problema riscontrato al collegamento sottomarino tra Scozia e Galles, denominato WesternLink, risulta più grave del previsto. Problematica che ha spinto il gruppo dei cavi a revocare l’assemblea del 17 aprile per riesaminare il bilancio.

Il guasto di WesternLink potrà avere un costo stimato tra i 60 e gli 80 milioni di euro a livello di Ebitda rettificato 2018.

La notizia ha fatto scattare i downgrade da parte delle agenzie di rating. Citigroup…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer