Rai, Cda approva il piano industriale: in arrivo newsroom e canale in inglese

Approvato a maggioranza dal Consiglio d’ì amministrazione Rai (cinque a favore, due contrari) il piano industriale 2019-2021 che, spiega una nota di viale Mazzini «pone al centro i contenuti e le esigenze degli utenti, colmando il gap digitale accumulato rispetto al settore e venendo incontro agli obblighi del contratto di servizi». Il piano prevede la creazione di nove direzioni di contenuto “orizzontali”: intrattenimento prime-time, intrattenimento day-time, intrattenimento culturale, fiction, cinema e serie tv, documentari, ragazzi, nuovi formati e digital, approfondimenti.

Sul fronte informazione, i brand di punta dell’informazione Rai (Tg1, Tg2 e Tg3) manterranno la loro autonomia, e verrà potenziato il polo all news con la creazione di una testata multipiattaforma, in pratica una newsro0m che integrerà Rainews, rainews.it, Tgr e Televideo. Per ampliare l’offerta della Tv pubblica – come previsto dal contratto di servizio – arriverà poi un canale in lingua inglese prodotto e distribuito da Raicom con un palinsesto basato su produzioni originali, contenuti provenienti da archivi Rai, spazi informativi e eccellenze cinematografiche italiane sottotitolate. Il piano industriale introduce anche un nuovo canale istituzionale per «avvicinare cittadini e istituzioni, promuovendo la conoscenza delle stesse tramite un palinsesto dedicato».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer