Rai, convocato in Vigilanza l'ad Salini sul rispetto del pluralismo

Dopo il richiamo dell’Agcom per il rispetto del pluralismo nell’informazione nella campagna per Europee e amministrative, il presidente della Commissione di Vigilanza Alberto Barachini ha convocato l’amministratore delegato Rai Fabrizio Salini. Nella lettera di convocazione si citano anche i riscontri giunti alla bicamerale «per il tramite dell’Osservatorio di Pavia, sulla presenza di esponenti politici in varie trasmissioni». Nell’audizione sarà affrontato anche il tema del piano industriale che sarà a breve sottoposto all’approvazione del cda.

In base ai dati del monitoraggio riferiti al mese di gennaio, nella nota diffusa alla fine della scorsa settimana l’Autorità ha ritenuto che la programmazione informativa delle testate Rai «non si sia del tutto uniformata a quanto evidenziato con la raccomandazione dello scorso dicembre, sotto il profilo della completezza informativa e del contraddittorio». Pertanto anche alla luce delle prescrizioni in tema di pluralismo recate dal nuovo contratto di servizio, «stante l’approssimarsi della campagna elettorale», l’Agcom «ha ritenuto di rivolgere un richiamo alla Rai per una effettiva parità di trattamento tra soggetti politici che devono fruire di tempi adeguati rispetto alla loro rappresentanza parlamentare, avendo cura di assicurare che la presenza degli esponenti istituzionali sia funzionale alla completezza dell’informazione sulle iniziative del Governo».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer