Reddito di cittadinanza, Rossini (Acli): “Per combattere la povertà assoluta il Rei era più adeguato”

MILANO – Doveva essere la settimana del decreto con quota 100 e Reddito di cittadinanza, ma il governo ha rimandato tutto. Restano così poche settimane per rodare la macchina che dovrebbe distribuire il sussidio, sul quale si punta l’attenzione particolare delle Acli guidate da Roberto Rossini, che è anche il portavoce dell’Alleanza contro la povertà.Ci sono i tempi tecnici per realizzare una misura così complessa? “La nostra esperienza per la partenza del Rei”, spiega Rossini, “ci dice che queste cose richiedono tempi non sempre brevi, perché l’architettura istituzionale di un Paese come il nostro è ovviamente complessa. Vediamo…”

Credete che le risorse a disposizione siano sufficienti per far fronte al problema della povertà in Italia?
Le risorse sono davvero notevoli, noi – fino all’anno scorso – dicevamo che per coprire tutte le persone in povertà assoluta…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer