Sardegna: Lega punta a eleggere primo governatore al Sud, per M5S linea del Piave al 20%

È ormai conto alla rovescia per le elezioni regionali in Sardegna del 24 febbraio. Dopo i risultati delle elezioni in Abruzzo, il M5s sembra rassegnato a perdere. Il timore è che gli elettori cinquestelle, così come successo in Abruzzo, rimangano a casa o votino Lega. Con il rischio che il Movimento finisca al terzo posto, dopo centrodestra e centrosinistra. La Lega punta a eleggere il suo primo governatore al Sud, a imporsi come primo partito sull’isola per consolidare l’egemonia nel centrodestra (e sui 5 stelle). Nel centrosinistra si spera nell’effetto Frailis, il candidato che ha strappato il collegio di Cagliari al M5S alle suppletive del 20 gennaio.

GUARDA IL VIDEO: Regionali in Sardegna, ecco come si vota

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer