Spia gli sms del vicino e scopre l’Opa segreta. Maxi-multa in arrivo per il “trader-guardone”

MILANO – La sterminata casistica degli spioni da telefonino – piena di matrimoni saltati per sms fedifraghi e “bigiate” a scuola smascherate dalle mamme sui whatsapp dei figli – sbarca (e fa danni) anche nel mondo della finanza. Dove una maxi-Opa da 15 miliardi ha rischiato di andare gambe all’aria per colpa di una serie messaggi iper-riservati lasciati colpevolmente in bella vista sullo schermo di un cellulare su un treno in viaggio tra Londra e Parigi.

Il giallo – emerso dalle carte di un’inchiesta dell’autorità di sorveglianza della Borsa francese – risale al 15 luglio del 2014. Quando Vincent Le Stradic, banchiere della gloriosa Lazard e fidatissimo consulente del tycoon transalpino Xavier Niel, arriva alla stazione londinese di St. Pancras e si imbarca sull’Eurostar in partenza per la capitale francese. Il tempo, per i finanzieri del suo livello, è denaro. E le due ore…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer