Spread su Bund dieci anni sale a 260 punti, future cede oltre una figura, pesa Pmi

Sulla scia del deludente indice Pmi manifatturiero, il secondario italiano scivola in territorio pienamente negativo, con lo spread che si amplia fino a 260 punti base e il futures sul decennale di riferimento che si spinge verso i 128,34 dopo aver toccato ieri i massimi di contratto a 129,87.

** “Il mercato sta perdendo ottimismo e prendendo coscienza della difficile situazione economica in cui si trova l’Italia. E’ effetto del Pmi”, dice un trader italiano, specificando che dove non era riuscito ieri il debole dato del Pil, riesce oggi l’indice manifatturiero.

“Questo perché il Pil è un dato che guarda indietro e sostanzialmente già si sapeva. Il Pmi guarda avanti ed è una brutta sorpresa”.

** L’attività manifatturiera italiana in gennaio ha registrato il quarto mese consecutivo di contrazione, scivolando ai minimi da metà 2013.

L’indice Pmi è sceso il mese scorso…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer