Tar ordina ad Apple stop a obsolescenza programmata iPhone in 60 giorni

ROMA (Reuters) – Il Tribunale del Lazio ha dato 60 giorni di tempo ad Apple (NASDAQ:AAPL) per porre fine alla pratica di ridurre le funzionalità degli iPhone, attraverso il download di software di aggiornamento, accelerandone il deterioramento e la sostituzione.

Con un’ordinanza pubblicata oggi, il Tar ha respinto la richiesta di Apple di sospendere il provvedimento con cui l’Antitrust, lo scorso ottobre, ha inflitto alla società una multa di 5 milioni di euro per la pratica della cosiddetta obsolescenza programmata.

In particolare l’azienda chiedeva di congelare la parte del provvedimento dell’Autorità che vietava la diffusione o continuazione della pratica ritenuta commercialmente scorretta — con obbligo di comunicare all’Antitrust, entro 60 giorni, le iniziative prese in tal senso — e dell’obbligo di rettifica sul proprio sito.

I giudici hanno quindi…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer