Tav: Ponti, no atteggiamento ideologico

Nel parere dell’analisi costi-benefici sulla Tav non c’è stato “alcun atteggiamento ideologico”.

Lo ha detto il professor Marco Guido Ponti in audizione alla commissione Trasporti della Camera sull’analisi costi-benefici per la Tav. “La neutralità del gruppo di lavoro – ha detto – è come quella di un medico che vede il quadro clinico di un paziente con radiografie e analisi e lo vede molto ammalato.

Se il medico è coscienzioso, allora risponde che il paziente è molto ammalato”. “E’ sbagliato dire che il progetto è inutile.

Nessun progetto è totalmente inutile.

Ogni progetto ha dei benefici, qui ci sono per i passeggeri”.

Però “sono troppo pochi per giustificare” l’investimento, aggiunge il professor Francesco Ramella, membro del gruppo di lavoro che ha realizzato l’analisi costi-benefici sulla Tav

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer