Tav, studio segreto Ue la promuove: è firmato anche dalla società di Ponti

Uno studio segreto Ue di 116 pagine che promuove la Tav ed è firmato anche dalla società di Ponti, il presidente dela Commissione che in Italia ha bocciato di fatto il progetto dell’Alta velocità Torino Lione. Del documento riservato ha dato notizia ieri sera il TG di LA7. Sul documento il via libera della stessa società milanese di cui è presidente Ponti, il professore che ha redatto l’analisi costi-benefici per il governo con parere negativo. Dal report emergono risparmi di tempo notevoli per trasporto passeggeri e merci e una forte ricaduta occupazionale.

Indagine redatta da ricercatori di varie nazionalità
Lo studio riservato della Commissione europea («The impact of TEN-T completion on growth, jobs and the environment») mette in evidenza i vantaggi del corridoio Mediterraneo di cui fa parte la Torino-Lione. È stato redatto da numerosi ricercatori di varie nazionalità tra cui la “Trt trasporti e territorio”, la società milanese di cui Ponti è presidente, ossia quella che ha redatto l’analisi costi-benefici per conto del ministero dei Trasporti e su cu si è basato il giudizio negativo del ministro Danilo Toninelli.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer