Notizie dei mercati

La tedesca Salzgitter chiede l’esenzione dal razionamento del gas su scala nazionale

This content has been archived. It may no longer be relevant

Salzgitter AG, la seconda più grande società siderurgica della Germania, e in trattative con le autorità di regolamentazione nel tentativo di ottenere l’esenzione dal potenziale razionamento del gas, dichiarando che la sua realizzazione e indispensable per i piani di sicurezza energetica più ampi della Germania e per il riscaldamento delle città locali.

Salzgitter e una delle principali aziende che chiede di essere esentata da qualsiasi razionamento nel caso dove si verifichi un’successivo riduzione delle forniture di gas dalla Russia, che allo stato attuale sta fornendo solo un 5º dei volumi concordati tramite il gasdotto Nord Stream 1.

Salzgitter produce i tubi necessari per collegare 2 terminali di gas naturale liquefatto (LNG) previsti con la rete nazionale, dando al gruppo un ruolo chiave negli sforzi della Germania per diminuire la dipendenza dall’energia russa.

“Siamo dunque parte della soluzione alla questione di una maggiore indipendenza energetica”, afferma a Reuters l’amministratore delegato di Salzgitter, Gunnar Groebler.

Alla domanda se Salzgitter sarà costretta a interrompere le operazioni, l’Amministratore Delegato, che ha assunto il comando il passato anno, ha risposto: “Abbiamo ricevuto la domanda più volte: Cosa succederà se Salzgitter verrà chiusa totalmente? Direi che e relativamente improbabile”.

Groebler, ex dirigente dell’società elettrica svedese Vattenfall, afferma che la sua società e pure un fornitore di teleriscaldamento per la città di Salzgitter, il che le conferisce un ruolo importante nell’approvvigionamento energetico locale.

Il calore generato dai processi di realizzazione dell’società viene reimmesso nel sistema di teleriscaldamento, che secondo Groebler potrebbe risentirne in caso di interruzione della realizzazione: “Si tratta di approssimativamente 100.000 residenti che non avrebbero acqua calda e riscaldamento”.

Salzgitter e pure il 3º fornitore di acqua potabile nello Stato tedesco della Bassa Sassonia, dove ha sede e che detiene una partecipazione del 26,5% nell’acciaieria, afferma…

La tedesca Salzgitter chiede l’esenzione dal razionamento del gas su scala nazionale

tedesca Salzgitter chiede


FIMA2681# 2022-08-15T13:37:30+02:00

Show More